La fioritura dei crochi sui Piani di Pezza

Questo articolo è stato letto: 2762 volte

La fioritura dei crochi sui Piani di Pezza

di Paolo Colucci

I Piani di Pezza sono un altopiano glaciale e carsico-alluvionale situato in Abruzzo, in provincia dell'Aquila, all'interno del territorio del Comune di Rocca di Mezzo, nel Parco regionale naturale del Sirente - Velino.

Coperto di neve durante la stagione invernale, in primavera offre lo spettacolo della fioritura dei crochi (crocus vernus) e la formazione di piccoli laghetti stagionali, dovuti allo scioglimento della neve, che scompaiono con i primi caldi. Permane solo il laghetto ai piedi del Rif. D'Eramo, a metà vallata, alimentato da una fonte perenne.

 

Compreso all'interno della catena del Velino-Sirente, si estende per circa 5,5 km in lunghezza e 3 in larghezza ad una quota compresa tra i 1400 e i 1500 m s.l.m. ed è delimitato a nord dalle creste dei monti che sovrastano la stazione sciistica di Campo Felice, posta al di là di tale catena (cresta di Monte Rotondo, Cisterna, Colle del Nibbio, Punta dell'Azzocchio, Cimata di Pezza e Cimata del Puzzillo prossimi o oltre i 2000 m), e a ovest e sud da cime appartenenti al massiccio del Monte Velino (Vena Stellante, Colle dell'Orso, Punta Trento, Punta Trieste e Costone della Cerasa, tutti oltre i 2200 m), di cui rappresenta una delle porte di accesso nella sua parte orientale, separando dal punto di vista geomorfologico il gruppo dei Monti di Campo Felice, appartenenti al territorio dei comuni di Rocca di Cambio e Lucoli, dal gruppo dei Monti della Magnola, appartenenti al territorio del comune di Ovindoli.

 

È luogo incontaminato dove praticare d'inverno sci nordico, sci escursionismo e sci alpinismo e trekking a piedi, a cavallo e in MTB d'estate]. Le pendici montuose esposte a nord della conca sono ricoperte di boschi di faggio fino ai 1850 m di quota, mentre la piana e i versanti esposti ad ovest e a sud sono quasi del tutto privi di vegetazione ad alto fusto, eccezion fatta per la suggestiva Valle Ortica che dai Piani di Pezza si dirama e sale verso la Cimata di Pezza.
Dal Capo di Pezza è possibile raggiungere il Rifugio V.Sebastiani posto sul colletto che separa l'altopiano dalla Valle Leona.

 

La particolare conformazione carsica della piana, chiusa com'è in tutte le direzioni, fa sì che d'inverno e in particolari condizioni atmosferiche (innevamento, cielo sereno, assenza di vento e bassissimi livelli di umidità) si raggiungano a volte temperature minime prossime o anche inferiori ai -30 °C specie in corrispondenza di significative ondate di freddo (record di Campo Felice: -33,1 °C il 2 febbraio 2010; record di Pezza: -37,4 °C il 15 febbraio 2012).

 

Vi si accede dall'Altopiano delle Rocche attraverso Vado di Pezza ad est (strada asfaltata da Rocca di Mezzo e da Rovere, non asfaltata da Ovindoli) e presenta solo una strada sassosa che lo attraversa per oltre 5 km. da Vado di Pezza (dove sono presenti i parcheggi per le auto e due rifugi) fino a Capo Pezza, punto di partenza del sentiero che conduce al Rif. Sebastiani.

 

 

Reportage fotografico realizzato da: Paolo Colucci (la fonte dei testi è Wikipedia)

 

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..