Campo Imperatore: un posto senza tempo

Questo articolo è stato letto: 3571 volte

Campo Imperatore: un posto senza tempo

di Lorenzo Costumato

Sono andato per la prima volta sulla piana di Campo Imperatore, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, durante la primavera del 2014. La neve si era sciolta da poche settimane e i primi ciuffi d’erba crescevano dalla terra che durante i mesi precedenti era stata sommersa da un enorme manto bianco.

Avevo sentito parlare spesso della piana, e ne avevo sentito sempre parlare con grande entusiasmo. Mai però avrei immaginato una tale bellezza e maestosità. Rimasi colpito già percorrendo la strada che porta fino alla piana: una strada piena di curve che si aprono su scorci mozzafiato, una vista che si estende fino all’infinito, fin dove gli occhi arrivano a vedere la curva dell’orizzonte. Giunto sulla piana mi trovai avvolto dalle catene montuose che la circondano e la isolano dalle aree circostanti. Nonostante questo è impossibile provare un senso di claustrofobia in un luogo così ameno.

Stare sulla piana è come passeggiare su un altro pianeta, e si ha la sensazione di essere pionieri alla scoperta di un territorio inesplorato. Fin quando non ci si immette sulla strada principale che attraversa l’intera piana, il vero protagonista non si svela: a nascondersi dietro un fianco della vallata il massiccio del Gran Sasso si mostra lentamente, fino a svelarsi in tutta la sua grandezza solo quando si è ormai nel cuore della piana stessa.

La mia prima giornata sulla piana è stata indimenticabile. In autunno ho deciso di tornarci per più volte, e ho cercato di carpirne l’essenza fotografandola in alcune splendide giornate. I colori autunnali sono in assoluto quelli che amo di più: tinte calde che si mescolano all'azzurro del cielo e, a campo imperatore, al bianco delle prime spolverate di neve. Da un punto di vista cromatico Campo Imperatore è come una tavolozza di un pittore impressionista.

Ad un fotografo non resta altro da fare se non abbandonarsi alle sfumature di colori caldi, enfatizzati dalla luce del sole. Il mio primo autunno sulla piana mi ha fatto innamorare di questo territorio, ma so di dover ancora scoprire, e capire, numerose sfumature cromatiche ed emotive che Campo Imperatore può donare.





 






Lorenzo Costumato - www.lorenzocostumato.it

 

 

 

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..