I colori dell'autunno nei boschi del Parco Nazionale d'Abruzzo

Questo articolo è stato letto: 3527 volte

I colori dell'autunno nei boschi del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise

Fotografie e testi di Barbara Dall'Angelo

Ma dove ve ne andate,
povere foglie gialle,
come tante farfalle
spensierate?
Venite da lontano
o da vicino?
Da un bosco
o da un giardino?
E non sentite la malinconia
del vento stesso
che vi porta via?

FOGLIE GIALLE di Trilussa

 

Foliage, muschi, luci e nebbie in un viaggio fotografico attraverso il polmone verde della nostra penisola

foto

L'autunno è una stagione molto decantata in poesia. Le foglie che cadono spesso lacerano gli animi dei poeti per via del sentimento melanconico che sottendono. Anche in fotografia è una stagione molto amata perché la natura, che si prepara per l'inverno, regala una ricchezza di colori e atmosfere rarefatte di rara suggestione. Il fenomeno del foliage più famoso al mondo è quello del New England. Ma girando il nostro meraviglioso paese ho potuto verificare che non abbiamo nulla da invidiare all'Indian Summer del Vermont o del Connecticut. Un'esplosione di giallo, arancione, rosso, marrone, fino ad arrivare talvolta al prugna e al viola si trova in tutta la sua bellezza in molti boschi nostrani da ottobre a novembre.

Ecco una raccolta di atmosfere del Parco Nazionale d'Abruzzo, nei dintorni di Pescasseroli.

Il Parco Nazionale d'Abruzzo, ricoperto di boschi di faggio per i 2/3 della sua superficie, durante la stagione autunnale si tinge di spettacolari variazioni sul giallo, arancione e marrone. I dintorni di Pescasseroli diventano particolarmente suggestivi. Il valico di Gioia Vecchio, la Val di Rose, la Valfondillo, la Camosciara, Forca d'Acero, il fiume Sangro, il paesino di Opi, solo per citarne alcune, sono mete turistiche e fotografiche d'eccezione.

foto

Il parco fu costituito il 25 novembre 1921 e inaugurato a Pescasseroli il 9 settembre del 1922, divenendo la prima area protetta d'Italia. Con una legge del 2011 divenne Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, ricoprendo così una più vasta superficie. Oggi si estende su 49.680 ettari di territorio. La sede e la direzione del Parco sono a Pescasseroli. Il parco è da sempre conosciuto a livello internazionale per il ruolo avuto nella conservazione faunistica, nonché per le prime e numerose iniziative per la modernizzazione e la diffusione localizzata dell'ambientalismo. In questo impervio territorio trovano rifugio l'Orso bruno marsicano, il Camoscio d'Abruzzo, il Lupo appenninico ed altre specie non meno importanti.

foto

Caleidoscopio, Abruzzo - In questa doppia esposizione la luce che filtra tra i rami del bosco crea suggestive macchie dorate. Le foglie gialle sfocate sembrano accendersi sulle linee scure dei tronchi del faggi in controluce.

foto

Radici, Abruzzo - L’intreccio di radici di questo albero spoglio mi è parso uno spunto fotografico da non trascurare. Sono stata colpita da come si insinua nel tappeto di foglie rosse per poi affondare e aggrapparsi alla terra. Sullo sfondo il bosco di faggi restituisce le nuances della stagione autunnale

foto

Il bosco della Camosciara nei pressi di Civitella Alfedena in autunno si tinge di mille colori.
La doppia esposizione di questo scatto mi ha permesso di evidenziare i toni pastello e di rendere più soffice l’atmosfera.

foto

Texture, Abruzzo - L’utilizzo di un teleobiettivo piuttosto spinto mi ha permesso di isolare questa parte di paesaggio e creare una texture interessante fatta di linee e colori.

foto

Variazioni, Abruzzo - Ho trovato questa porzione di bosco più interessante di altre poiché le linee guida oblique e i piani separati che si susseguono danno dinamismo all’immagine. Le tinte forti del rosso del bosco in primo piano, col diradare della nebbia, aggiungono un senso di profondità.

foto

Barbara Dall'Angelo - http://www.barbaradallangelophotography.com/

 

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..