Camminando tra eremi e natura: i 7 vincitori del concorso Maiella Walking

Camminando tra eremi e natura: i 7 vincitori del concorso Maiella Walking

Sabato 10 ottobre all'Auditorium Petruzzi a Pescara in occasione del Festival delle Terre d'Abruzzo si è tenuta la premiazione del concorso fotografico Maiella Walking organizzato da Paesaggi d'Abruzzo e dal GAL Maiella Verde.

L'obiettivo del concorso era quello di raccontare attraverso la fotografia le emozioni suscitate dall’esperienza del cammino attraverso itinerari caratterizzati da eremi incastonati nella roccia in un autentico crocevia di natura, arte, storia e cultura racchiuso nel Parco Nazionale della Maiella. I partecipanti hanno percorso i cammini descritti sul portale Maiella Walking, utilizzando i roadbook, delle pratiche guide tascabili e testata sul campo, con mappe dettagliate, informazioni precise e aggiornate sui percorsi con pendenze, dislivelli e difficoltà.

CATEGORIA SCATTO SINGOLO

Quarto Classificato: Giovanni Ottaviano

La montagna incombente che si fonde con le nuvole gonfie e scure è un dipinto che rappresenta in modo straordinario la forza della natura. L'uomo è piccolo al cospetto di tanta maestà e la può ammirare nel modo più puro rifacendosi alle proprie sensazioni ancestrali. La foto colpisce proprio perché va a solleticare i nostri istinti più profondi e ci fa immergere in una realtà diversa da quella della routine quotidiana.

 

Terzo Classificato: Simone Giordano

Arrampicarsi tra i sassi, sotto il sole ed il peso dell’attrezzatura, magari con la speranza di trovare uno scatto interessante che non arriverà. La fotografia è fatta spesso di sacrifici che non sempre vengono ripagati. Ma la costanza, la pazienza e l’impegno portano sempre risultati, come in questo caso in cui l’autore riesce a combinare pochi elementi in maniera equilibrata e gradevole. La ricerca dell’originalità ostentata e dello scatto mozzafiato lasciano il posto ad una immagine che, con discrezione è stata in grado di catturare l’attenzione della giuria e sono certo anche quella degli spettatori.

 

Secondo Classificato: Giovanni Consiglio

"Un cielo minaccioso e i grandi spazi della montagna. Lo sguardo parte dal treno e scorre via immaginando luoghi infiniti che la foto da presagire. Gli elementi che richiamano l'uomo si integrano perfettamente nello scenario valorizzando. A livello simbolico il treno è la nostra guida, quella che si è lasciata dietro il suo sentiero è che disegnerà altre storie a venire."

 

Primo Classificato: Annalinda Barini

Massimo Losacco, presidente del Castrum Fotoclub, premia Annalina Barini

"Un elogio alla natura, il sole che prepotentemente si fa spazio tra le nubi regalando per pochi attimi uno scenario mozzafiato. In questi casi bisogna decidere in fretta tra due possibilità, quella di sedersi per ammirare uno spettacolo che durerà pochi secondi, oppure quella di rinunciare ad essere spettatori per diventare registi della scena. E’ in questa frazione di secondo che scatta l’anima del fotografo che, come quel sole, prepotente padroneggia sugli altri sensi per regalarci un emozione."

 

CATEGORIA ROADBOOK

Pubblichiamo solo alcuni degli scatti più significati del racconto fotografico dei tre autori premiati:

Terzo Classificato: Alessandro Santoro

 

"Un reportage molto colorato che in diverse Immagini mostra ben chiaro il riferimento al percorso che stiamo seguendo senza diventare monotono neanche quando si sofferma sull'eremo di San Bartolomeo. Vedute classiche si accompagnano a inquadrature più personali formando un insieme molto interessante e godibilissimo sia dal punto di vista estetico che da quello concettuale."

 

Secondo Classificato: Pierluigi Valerio

 

Vorrei partire da un aforisma di Pitagora che dice : “Abbandona le grandi strade e prendi i sentieri”. Per molti potrebbe non avere un senso. Perché abbandonare le comodità, la sicurezza, la massa, il conformismo? Per altri non è così.
C’è a chi questo mondo va stretto e preferisce camminare a piedi, su percorsi scomodi, tortuosi, facendo affidamento solo ed esclusivamente sulle proprie gambe. E’ in questo camminare lento che si ha modo di riflettere, di pensare, di ritrovarsi.
La vita è per molti versi un viaggio da percorrere a piedi e quando le gambe diventano pesanti ed il cammino si interrompe continuerà a viaggiare la nostra mente e quando anch’essa sarà stanca…continuerà il nostro cuore.
Il viaggio non si interrompe mai, perché l’uomo è nato per camminare, non ha ali, non ha branchie, ma due gambe abbastanza forti per portarlo ovunque, e , ad ogni passo percorso, ha la fortuna di ricevere molto più di ciò che cerca.
Come nel nostro caso, in cui l'autore ha avuto infinite possibilità offerte dai luoghi e dalla natura, che ha saputo documentare egregiamente durante il suo percorso. Luoghi di straordinaria bellezza come il VALLONE di FARA SAN MARTINO con il suggestivo monastero benedettino. Per la sensibilità e la capacità dimostrata il nostro applauso va all'autore...

Primo Classificato: Ercole Di Berardino


Alessandro Petrini, fotografo e filmaker, premia Ercole Di Berardino

 

"La scelta di inserire anche elementi umani e di non narrare solo attraverso la rappresentazione di paesaggi statici è stata vincente. Si entra meglio nella storia e la si rende più coinvolgente. Il racconto è organico, si dipana da paesaggi ampi e molto ben catturati per portarci poi dentro alla storia con inquadrature che includono più elementi e in alcuni casi si rifanno a un impatto più emozionale giocando con le figure umane, mai riprese in volto, ma solo nell'atto di camminare o di ammirare."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..