Lupi in Abruzzo

Lupi in Abruzzo

di Giovanni di Fabio

La sveglia suona con la propria acuta prepotenza, sono le 7 di una Domenica di Marzo.

Già in piedi per andare a godere della fresca neve caduta nei giorni precedenti.E giù via in macchina, il traffico è fluido a quest’ora, ma i semafori, qualche precedenza non rispettata ti creano quel sottile stato di stress tipico della nostra civiltà. Con pazienza raccolgo in auto un paio di amici, facciamo colazione al bar, casello autostradale e si parte sonnecchianti e ignari. Ignari, come la maggior parte di noi, che a pochi decine di chilometri, diversi branchi di lupi si muovono, seguendo un rituale che si ripete da millenni, a cerca di cibo, a caccia.

 

Giovanni Di Fabio - Lupi - Campotosto

 

Gli impianti di risalita dei Prati di Tivo sono chiusi, la neve è troppa e in quota c’è nebbia. Ci spostiamo verso il lago di Campotosto, sperando che la nebbia non pregiudichi la maestosa visione del Gran Sasso dal “passo delle capannelle”. Ma niente da fare, la nebbia è bassa. Rigiriamo. Dopo alcuni tornanti la strada spiana, e a un centinaio di metri scorgiamo diverse ombre che attraversano la strada. Subito pensiamo a cani, ma il colore del manto più scuro e i corpi affusolati ci fanno riflettere.

 

Giovanni Di Fabio - Lupi - Campotosto

 

Lupi ? No, non può essere. Nessuno di noi ne aveva mai visto uno, neanche in un triste zoo di città. Siamo ormai vicini, loro sono ancora la. Scendiamo dalla macchina, la reflex con il teleobiettivo in mano montato e pronto allo scatto grazie alla comparsa di una volpe qualche tornante prima.Freneticamente scatto una raffica di foto, ci avviciniamo, loro si allontanano, ma, prima di scomparire inesorabilmente dietro un rilievo, si girano per osservarci guardinghi. Gli occhi giallo intenso, l’alta criniera, il muso con una schiera di denti affilati, la coda dritta ci ricordano come è sottile il confine tra preda e predatore. Emozionati e contenti per questa unica, fortunosa e rara apparizione, torniamo a casa. Comodamente sulle sedie delle nostre cucine ci gustiamo una fettina di carne appena comprata, mentre loro, i lupi, camminano senza sosta per il proprio sostentamento, per far sopravvivere la propria specie.


Giovanni Di Fabio - Lupi - Campotosto

 

Giovanni Di Fabio - Lupi - Campotosto

 

Giovanni Di Fabio - Lupi - Campotosto

 

Giovanni Di Fabio - Lupi - Campotosto

 

 

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..