Fotografando Campo Imperatore ed il Parco Nazionale del Gran Sasso

Fotografando Campo Imperatore ed il Parco Nazionale del Gran Sasso

Sulla Fotografia, le Emozioni, il Vento, la Roccia e gli Altipiani

di Vincenzo Mazza

Se c'è un luogo nel Centro Italia che catalizza la mia ricerca di libertà, di avventura e di confronto con la natura selvaggia, esso è senza dubbio il Parco Nazionale del Gran Sasso. Sin da quando ebbi modo di vedere quelle montagne e quegli altipiani per la prima volta nella mia vita ne fui magneticamente catturato.
Mi sembrò straordinario che, così relativamente vicino, vi fosse un luogo di tale vasta, selvaggia libertà.

Nel tempo cominciai a frequentare il territorio del Parco, prevalentemente la piana di Campo Imperatore, sempre più assiduamente. La mia passione per l'andare in montagna è, in un certo senso, qui nata e qui si è sviluppata nel corso degli anni.  Mi è capitato più volte di prendere l'auto alla volta del Gran Sasso solo per godere dello spazio aperto, dei cieli ricamati da osservare nel silenzio del vento.

Camminando sulle praterie, sugli scoscesi ghiaioni, sulle rocce compatte delle vette, lasciando orme sulla neve, una parte di tutto questo è penetrato nel profondo del mio essere. Ho sentito il bisogno di condividere le mie emozioni, di raccontare questo luogo con il mezzo migliore che conosco per esprimermi: la fotografia.

Da tutto questo è nato un progetto, più o meno strutturato e in continuo divenire, il cui intento è rappresentare il territorio del Parco del Gran Sasso attraverso delle immagini che vorrebbero essere qualcosa di diverso da belle cartoline di montagna; bensì trasposizioni su carta di istanti non ordinari, di momenti nei quali la natura mette in scena un suo personale dramma di nubi, pietra e luce.

La fotografia è divenuta così il tramite , il legame, fra un luogo specifico, il Parco del Gran Sasso, e me stesso. La mia personale ricerca di un racconto per immagini mi ha spinto ad entrare in un diverso livello di intimità, di quasi empatia con gli umori di quei monti.

Ogni luogo, come ogni persona, offre molte immagini di se stesso. Più profondo diventa il rapporto di conoscenza maggiori possibilità si hanno di cogliere le sfuggenti sfumature che persone e paesaggi sanno, a volte, mostrare.  Per entrare in empatia con un essere umano bisogna avere amore e pazienza la stessa cosa è necessaria, secondo me,  nei confronti di un paesaggio.

Gli umori più intimi di una montagna potranno essere ritratti solo nell’inusuale luce dell’alba e del tramonto, fra i raggi di sole che filtrano dalle nuvole di un temporale o fra i cumuli di una bufera che volge al termine.

Ogni volta, l'ennesima volta, che ritorno nel Parco del Gran Sasso rimango sorpreso notando cose che non avevo mai visto. C'è sempre qualcosa ancora da esplorare o una sorprendente, inedita, messa in scena che quei monti sono stati in grado di allestire. E' come incontrare un'amante una volta ancora, ed una volta ancora rimanere sorpresi dalla bellezza del suo volto, dei suoi occhi, come se fosse ancora la prima volta.

 

 

Chi è Vincenzo Mazza:

Fotografo paesaggista e  formatore nel campo della fotografia e del video digitale lavora presso diversi Istituti di Formazione nell'area di Roma. Alcuni degli ultimi riconoscimenti e premi vinti dalle sue immagini:

  • Finalista concorso internazionale Veolia/BBC Wildlife Photographer of the Year 2012.
  • Finalista concorso internazionale Asferico Photo Contest edizione 2012.
  • Sezione Editor's choice concorso internazionale National Geographic categoria places, edizioni 2010 e 2011.
  • Secondo premio concorso nazionale National Geographic Italia (2010), categoria Luoghi.
  • Primo premio concorso nazionale Assergi ed il Gran Sasso (2010), categoria Assergi ed il Gran Sasso Aquilano.

E' parte del gruppo di fotografi Dreamerlandscape che raccoglie otto fra i più notevoli fotografi paesaggisti Italiani. - www.dreamerlandscape.com -

 

Sito web personale: www.afterglow.it

Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..