Reportage Fotografici - Falconieri a Roccacalascio (di Andrea potere)

Reportage Fotografici - Falconieri a Roccacalascio (di Andrea potere)

Reportage Fotografico - Falconieri a Roccacalascio (di Andrea Potere)

foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio
foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio
foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio
foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio
foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio
foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio
foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio foto di Andrea Potere - Falconieri a Roccacalascio

Titolo: Falconieri a Roccacalascio
Autore: Andrea Potere
Descrizione: Domenica scorsa (28 Agosto 2011) come tutti i giorni mi sono recato insieme al mio amico Antonello e a mia moglie silvia al castello di sant'eusanio vicino a Fossa(AQ).
stiamo utilizzando quel territorio per addestrare la nostra piccola Aquila Thoron, che già dopo 6 mesi incomincia a volare e ad eguagliare il volo delle sue compagne nate in natura.
Fatto sta che domenica, una volta arrivati sul territorio, mi sono accorto che la situazione meteoroligia era impraticabile: vento forte, nubi che preannunciavano un temporale molto forte imminente, insomma....la situazione sconsigliata per volare libero un rapace; per giunta un aquila che con la sua portata alare potrebbe cambiare continente nel giro di pochi giorni!!!
mia moglie e antonello erano orientati verso un secco no, ma io che sono sicuramente un po pazzo(non avrei potuto possedere un aquila se non lo ero) ho fatto valere le mie intezioni affermando che per il rispetto dell'animale bisognava volarla anche con una situazione non ottima.
allora antonello a preso l'aquila e ha raggiunto il picco della montagna dove è situato il castello ed io e mia moglie ci siamo diretti verso i campi vicino alla edimo.
neanche a volerlo fare di proposito, il vento è aumentato vertiginosamente prima di involare l'aquila.
ho incominciato a richiamare thoron tramite il fischietto e ad un certo punto mia moglie mi ha fatto focalizzare l'attenzione su un volatile che sarà stato alto più di 500 metri di quota; l'animale in questione compieva dei giri sopra la mia testa, centrati e saliva sempre di più di quota, fino a sparire nelle nuvole; mi sono detto: giovanni, hai fatto una cavolata!!!pensavo che quell'animale era thoron e continuavo a sgolarmi e fischiare per richiamarla ma niente. tutto quel trambusto fu interrotto da una chiamata di antonello che mi diceva: Ma dove stai a fischiare? thoron sta ancora sul mio pugno e ti guarda come se fossi uno scemo!!!! guardo con il binocolo verso antonello e vedo che thoron è ancora li e aspetta il mio segnale pronta a partire. tiro un sospiro di solievo e la chiamo!( l'animale era un pellegrino)
la vedo un po impaurita ma dopo un paio di richiami spicca il volo; e da li la classica scena che vedo tutti i giorni: discesa parallela alla montagna fino a circa un terzo di essa per prendere velocità, e poi su, ali spiegate ad accarezzare con quelle lunghe ali l'aria che al nostro sguardo appare invisibile, ma che allo sguardo dei rapaci è chiara ed interpretabile come per noi è il camminare su di una strada.
capisco subito che quel vento così forte crea qualche disturbo a thoron da come vola, anche perchè avendo solo pochi mesi, non avevo mai provato a volarla in quelle condizioni.
thoron prova a centrarsi ma non ci riesce va a finire sopra la edimo(circa un 100 di metri lontano da me): dopo un po capisce che non deve seguire il vento ma contrastarlo, questo naturalmente però la porta a salire e con quelle ali, la salita diventa molto veloce....arriva a quota 500 metri e io ricomincio a chiamarla per farla scendere...decido che oltre quel limite per oggi è meglio non andare, sarebbe folle!!!
accenna a riscendere ma vedo che non ci riesce per quanto vento tira.
intanto da lontano si intravede una nuvola nera....che animali sono!?! prendo il binocolo e conto in volo una 50na di cornacchie circa....o mio dio ed ora? l'unico modo che hanno per difendersi le poiane e le aquile da questi animali così territoriali e salire ancora di più sfruttando le loro ali lunghe e larghe.
vedo la scena ad occhio nudo...silvia con il binocolo...le cornacchie accerchiano thoron che da così lontano sembravano puntini insignificanti in confronto a lei...lei si difende capovolgendosi e mostrando gli artigli alle cornacchie fingendo finti attacchi per fare capire chi è la regina dell'aria; le cornacchie non osano avvicinarsi, capiscono che non è proprio il caso...ma thoron decide lo stesso di salire.
sale....sale..sale fino a toccare le nuvole quota 1000metri forse; provo una sensazione di terrore misto a stupore; sto assistendo ad una scena impossibile da riprodurre in natura.
rimango senza parole e senza fiato per circa 2 minuti come se fossi caduto in trance, ritorno in me solo tramite mia moglie che mi chiede di far riscendere l'aquila per paura....allora mi ricordo di avere fischietto e logoro in mano.
incomincio a fischiare e a roteare quel logoro a cui tanto l'aquila è affezionata...mia moglie vede tramite il binocolo che thoron mi guarda e si posiziona ad ali semi socchiuse e tarzi in avanti per iniziare la fase di discesa...
dura circa un minuto, il minuto più lungo della mia vita.....da lontano sembrava un puntino ma scendendo quel puntino diventa sempre più nitido.....sento il rumore del vento fra le ali già ad una 50a di metri di distanza ...lo sguardo fiero e convinto a scendere....
appena tocca terra mi butto a terra vicino a lei e respiro finalmente...penso di aver trattenuto il fiato per almeno tutto il minuto di discesa.....silvia mi guarda dicendomi: che figaaaata!!!!rifacciamolo mi sembrava di stare dentro un documentario!!!!. il tutto è durato intorno a 20 minuti di volo libero
rimetto l'aquila in macchina e non contento di tutto ciò tiro fuori il falco sacro: tirava così tanto vento che appena lo loanciavo si impennava per una 40a di metri e si fermava sopra di me librandosi in volo aspettando che lo richiamassi; lo richiamavo scendeva giù in picchiata e ripartiva....il tutto lo abbiamo fatto per una 30a di volte....
queste poche righe servono per sintetizzare una passione infinita per questi nostri amati animali: noi viviamo tutti i giorni in questo sogno, avendo la possibilità di vivere accanto a loro e di apprezzarne pregi e difetti


My life, my heart....soul eagle!!!! by giovanni(il Falconiere)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..

 

 

Commenti  

 
0 #4 Simone 2011-09-08 09:26
Credo che un aquila, un pellegrino, un gufo reale ecc debbano stare libere in natura e seguire il loro corso naturale. Un animale selvatico deve rimanere selvatico al 100% e non diventare un animale da palcoscenico. Il fatto poi che l'uomo egoista distrugga il mondo e tutto cio che lo circonda è un altro discorso. Portare rispetto agli animali non significa portarseli a casa, legargli le zampe e addestrarli a fare cose che gli diciamo noi.
Citazione
 
 
0 #3 giovanni 2011-09-07 08:06
Citazione Simone:
Ma lasciarli liberi in natura no è ?


simone....li lasciamo liberi in natura tutti i giorni :-) difficile da credere? allora vieni a vederlo con i tuoi occhi
Citazione
 
 
+1 #2 giovanni 2011-09-07 07:59
certo simone...per farle campare massimo 3 anni per colpa di noi uomini che abbiamo privatizzato il mondo con fili elettrici dell'alta tensione, reti, case con vetrate, pesticidi vari ecc...per non parlare dei cacciatori, degli imbalsamatori o più semplicemente dei rompi coglioni della domenica che vanno fin dentro i nidi ad infastidire gli animali....ma non sei il primo che dice questo sai....io rispondo sempre...sai che nel dopoguerra l'uomo a quasi sterminato i falchi pellegrini perchè uccidevano i piccioni viaggiatori che servivano per comunicare? e un gruppo di falconieri americani ha dato la possibilità a questo meraviglioso falco di incominciare a nidificare di nuovo in europa....ma daltronde...l'uomo si diverte a giocare a fare dio no!!!guarda ad esempio con il lupo per il quale è stata fatta una legge per il contenimento(st erminio) in italia...con noi le aquile arrivano a campare 60 anni e volano tutti i giorni, rispettando i loro tempi in natura
Citazione
 
 
-1 #1 Simone 2011-09-06 18:24
Ma lasciarli liberi in natura no è ?
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..