News

(AGI) - Pescara, 26 mag. - La prestigiosa casa editrice inglese Bradt Travel Guides
ha dedicato alla regione Abruzzo il primo titolo italiano della sua collana turistica.
La pubblicazione, interamente in inglese, sara’ distribuita dalla stessa
Bradt in Gran Bretagna, nelle principali librerie americane,
in tutte le nazioni anglofone e nel resto del mondo in lingua inglese.
Il volume turistico sull’Abruzzo, realizzato per la prima volta da un soggetto commerciale,
e’ stato presentato ieri nel corso di una serata promozionale alla stampa specializzata britannica,
nella sede dell’Istituto italiano di cultura a Londra, in collaborazione con Enit, Aptr e
lo stesso Istituto italiano di cultura.

Durante la presentazione della guida e’ stata lanciata anche l’idea di un concorso aperto alle riviste
inglesi di settore, che mette in palio per i vincitori una vacanza in Abruzzo.
I soggiorni sono stati classificati in quattro prodotti turistici particolarmente apprezzati dagli inglesi.
L’incontro con i giornalisti specializzati - tra le testate presenti l’”
"Independent on Sunday", "The Indipendent", "British italian society" - si e’ concluso con una degustazione
dei prodotti tipici abruzzesi offerti dall’azienda "Terre del Gusto", e con la proposta di piatti tipici
preparati dagli chef Gabriele Marrengoni e Mauro Angeloni
ed i loro staff.

Non più allevamenti e pollai fuori dal paese, ma una pasticceria nel centro storico di Scanno in Abruzzo. E’ stata questa l’ultima meta della passeggiata di un grosso esemplare di orso, intorno alle 21.30 di mercoledì. Dopo le incursioni della scorsa settimana ad allevamenti e pollai, forse attirato dal profumo di dolci, il plantigrado è stato avvistato mentre si aggirava nei pressi della pasticceria.

Poco prima era stato avvistato in via del Lago, nel giardino dell’abitazione di una fotografa del paese che, affacciandosi al balcone si casa, si è trovata di fronte l’animale, con non poco spavento. Secondo gli scannesi, tanti, che hanno visto l’animale, non si tratta dell’orsa Gemma, ma probabilmente di uno suoi cuccioli che, con lei, gironzolavano per le vie di Scanno gli anni scorsi.

In paese, ormai, è tanta la curiosità e tanti sono anche i turisti che si aggirano con tanto di torce per le strade di Scanno alla ricerca dell’orso. Lo stesso esemplare, l’altra notte, è stato avvistato nei pressi di una discoteca.

”Il fatto che cerchi di entrare in paese – spiega Luciano Sammarone, capo della Forestale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise – è la dimostrazione che la politica di protezioni di greggi e pollai fatta in montagna funziona. Cerca cibo a Scanno perchè non può più facilmente aggredire in campagna. E’ su questa strada che dobbiamo proseguire”.

« InizioPrec.3132Succ.Fine »
Pagina 32 di 32
Iscriviti alla Newsletter
Concorsi
Eventi





seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..