News

(di Simona Cilli)

Per chi non lo conoscesse, il FAI-Fondo Ambiente Italiano, è una Fondazione senza scopo di lucro attiva dal 1975, che si occupa di tutelare e promuovere il rispetto per il patrimonio naturale, artistico, storico e di tradizioni italiano.
Mettendola sul piano pratico, il FAI si fonda sul contributo di privati ed istituzioni, per curare luoghi italiani speciali per generazioni presenti e future, promuovere la conoscenza ed il rispetto per l’ambiente, e vigilare sulla tutela dei beni paesaggistici e culturali. Sono tante le donazioni e concessioni di luoghi speciali o monumenti che il FAI riceve, e si impegna per tutelare e promuovere, operando su tutto il territorio nazionale tramite la sede centrale di Milano, l’ufficio di Roma, ed una rete capillare di volontari divisi in 117 delegazioni.

 

Tra le varie iniziative del FAI, ci sono anche attività educative e grandi eventi, il più noto dei quali è quello delle Giornate FAI di Primavera.
Le giornate FAI di Primavera sono una grande festa nazionale, durante la quale il FAI apre le porte di centinaia di Beni spesso inaccessibili in tutte le Regioni. Quest’anno l’evento avrà un totale di 900 luoghi aperti e si terrà Sabato 19 e Domenica 20 Marzo in 380 città italiane, in concomitanza con la chiusura della settimana di raccolta fondi della RAI per i beni culturali in collaborazione, appunto, con il FAI.

L’Abruzzo parteciperà all’evento con 32 luoghi, divisi in 14 comuni delle 4 province. Qui vi forniamo una lista dei posti abruzzesi di solito inaccessibili, che apriranno le porte al pubblico il 19 e 20 Marzo 2016, divisi per provincia:

 

L’Aquila partecipa con 7 comuni, ed i beni che sarà possibile visitare sono 8:

  • Le Cantine Storiche Pietrantoni (Vittorito)
  • Il Castello di Gagliano Aterno
  • La Catacomba di Castelvecchio Subequo
  • La Chiesa di Santa Rufina (L’Aquila)
  • Il Convento e la Chiesa d Santa Chiara (Sulmona)
  • San Demetrio Ne' Vestini - Poggio Picenze - Barisciano (fraz. Picenze) – Pescomaggiore (San Demetrio Ne’ Vestini)
  • Le Mura della Città dell’Aquila
  • L’Eremo di San Venanzio (Raiano)


Foto di Alessandro Santoro - Eremo di San Venanzio a Raiano

 

Chieti è presente con 5 comuni e 6 luoghi:

  • La Cappella della Santissima Trinità annessa al Palazzo dei Baroni Vergilj (Castel Frentano)
  • La Chiesa di San Giovanni Battista ed il suo Organo Monumentale (Carunchio)
  • La Chiesa di Santa Maria o Del Purgatorio (Carunchio)
  • L’Istituto Nazionale Tostiano (Ortona)
  • Palazzo Martucci ed il suo Museo della Guerra per la Pace (Canosa Sannita)
  • I saloni stoici di rappresentanza della Prefettura (Chieti)


Foto di Valerio Politi - Teatro Tosti di Ortona


Pescara
aprirà le porte di 14 luoghi, tutti nel comune di Popoli:

  • La Riserva Naturale Sorgenti del Pescara
  • La casa natale di Corradino d’Ascanio
  • Il Castello Ducale Cantelmo
  • Il Centro Storico di Popoli
  • Il Centro visita del Lupo- Riserva di Monte Rotondo
  • La Chiesa della Madonna delle Grazie
  • La Chiesa della SS. Trinità
  • La Chiesa di San Francesco
  • La Chiesa dei SS. Lorenzo e Biagio
  • La Chiesa di San Rocco
  • Il Palazzo Ducale Cantelmo
  • Il Portale di Palazzo Verna
  • Palazzo Villa
  • La Taverna Ducale e la Taverna dell’Università


Foto di Ivano D'Ortenzio - Riserva Naturale sorgenti del Pescara (Popoli)

 

Teramo sarà presente con 4 luoghi situati nel comune di Tortoreto

  • La Chiesa della Misericordia
  • La Chiesa di Sant’Agostino
  • La Domus delle Muracche
  • Le Cantine e la grotta di Palazzo Liberati


Foto di Stefano Uberti - Veduta di Tortoreto

 

L’apertura delle porte in molti dei luoghi sarà accompagnata da visite guidate in italiano o inglese, eventi, degustazioni, mostre ed esposizioni. Insomma le Giornate FAI di Primavera sono un’occasione per celebrare la primavera non solo visitando luoghi di interesse culturale di solito inaccessibili al pubblico, ma anche per assaporare vini, ammirare esposizioni di macchine d’epoca, e tanto altro!

Per informazioni approfondite su ogni luogo potete visitare il sito we del FAI, all’indirizzo giornatefai.it dove è possibile selezionare provincia e comune, e leggere storia ed eventi in programma nel luogo di interesse.

 

 

di Simona Cilli

Nell’ambito della rete ciclabile nazionale (Bicitalia), il corridoio Verde Adriatico è il progetto di piste ciclopedonali che costeggiano la riviera adriatica, e che hanno l’intento di collegare Trieste con Santa Maria di Leuca, attraversando 5 regioni, per un totale di 1300 km di mobilità sostenibile. Un progetto ambizioso, che conta sulla collaborazione di amministrazioni comunali, provinciali e regionali. Attualmente alcune parti della ciclovia sono in fase di progetto, altre sono già state realizzate.
Per quanto riguarda l’Abruzzo, qui il corridoio Verde Adriatico prende il nome di Bike to Coast, ed interessa i 131 km di costa regionale che vanno da Martinsicuro a San Salvo. I tracciati ciclabili esistenti rappresentano il 41,7% del percorso, la maggior parte dei quali si trova in Provincia di Teramo e Pescara.

 

Foto di Fabio Manso - Punta Aderci

 


La provincia di Chieti, con la sua Costa dei Trabocchi che attualmente è al 9% di copertura ciclabile, verrà presto unita al resto della regione dal progetto “Via Verde della Costa dei Trabocchi”, il quale vedrà realizzarsi una pista ciclopedonale di 70 km con l’inclusione di 9 comuni (da Francavilla al Mare a San Salvo) e sfruttando l’ex tracciato ferroviario per circa 40 km.

 

Nella foto l'architetto Alessandro Sonsini, autore della trasmissione

 

Per dare visibilità alla Via Verde della Costa dei Trabocchi, l’associazione culturale “Talenti e Territori”, presieduta dall’architetto Alessandro Sonsini, ha ideato una serie televisiva interamente dedicata al progetto, intitolata “Trabocchi in bike”.
Dopo una campagna di crowdfunding iniziata con il recital andato in scena il 21 Maggio 2015 al Teatro Comunale di Ortona, l’associazione ha raccolto i fondi necessari alla realizzazione del programma che sarà trasmesso su Rete 8 (canale 10) ogni Venerdì dal 18 Marzo alle ore 22.00.
Trabocchi in Bike consisterà di nove puntate, tante quanti sono i paesi della costa teatina interessati dall’attraversamento della pista ciclopedonale. In ogni puntata, della durata di circa un’ora, vedremo un video-diario di viaggio in bicicletta, durante il quale verranno raccontate le eccellenze del territorio ed i talenti del luogo unendo in tal modo il patrimonio materiale ed immateriale della regione.
In studio avremo tre diversi ospiti per ogni puntata, scelti tra i portatori di interesse dei vari territori, ed in connessione con i temi affrontati nel video-diario.
Unico ospite fisso in studio sarà l’artista PalMar (Marco Pallini), che realizzerà in diretta un acquerello ispirato al territorio visitato durante la puntata in corso.
I nove episodi, saranno preceduti da una “puntata zero”, di introduzione alla nuova serie e degli obiettivi dell’Associazione.

Non ci resta che aspettare il 18 Marzo, per gustarci la prima puntata di Trabocchi in Bike, ed in caso non possiate vederla sarà possibile assistere ad una delle repliche che andranno in onda settimanalmente in altre fasce orarie.

Per restare aggiornati, basta seguire la pagina Facebook Trabocchi in BIKE by Talenti e Territori Associazione Culturale

 

 

 

 

« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »
Pagina 4 di 32
Iscriviti alla Newsletter
Concorsi
Eventi





seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..