Displaying items by tag: scanno

Thursday, 09 September 2010 06:00

Scanno: stanco dei polli l'orso va in pasticceria

Non più allevamenti e pollai fuori dal paese, ma una pasticceria nel centro storico di Scanno in Abruzzo. E’ stata questa l’ultima meta della passeggiata di un grosso esemplare di orso, intorno alle 21.30 di mercoledì. Dopo le incursioni della scorsa settimana ad allevamenti e pollai, forse attirato dal profumo di dolci, il plantigrado è stato avvistato mentre si aggirava nei pressi della pasticceria.

Poco prima era stato avvistato in via del Lago, nel giardino dell’abitazione di una fotografa del paese che, affacciandosi al balcone si casa, si è trovata di fronte l’animale, con non poco spavento. Secondo gli scannesi, tanti, che hanno visto l’animale, non si tratta dell’orsa Gemma, ma probabilmente di uno suoi cuccioli che, con lei, gironzolavano per le vie di Scanno gli anni scorsi.

In paese, ormai, è tanta la curiosità e tanti sono anche i turisti che si aggirano con tanto di torce per le strade di Scanno alla ricerca dell’orso. Lo stesso esemplare, l’altra notte, è stato avvistato nei pressi di una discoteca.

”Il fatto che cerchi di entrare in paese – spiega Luciano Sammarone, capo della Forestale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise – è la dimostrazione che la politica di protezioni di greggi e pollai fatta in montagna funziona. Cerca cibo a Scanno perchè non può più facilmente aggredire in campagna. E’ su questa strada che dobbiamo proseguire”.


(AGI) - Scanno (L'Aquila), 13 dic. - Un branco di 12 cani randagi ha attaccato tra Scanno e Villalago, in provincia dell'Aquila, la famigliola di orsi ( mamma orsa e tre cuccioli) che era stata avvistata e ripresa nel novembre scorso da un automobilista. Mamma orsa ha tentato in tutti i modi di difendere i tre cuccioli passando all'attacco ma alla fine ha dovuto desistere per coprire fuga degli orsacchiotti esponendo se stessa all'aggressivita' dei cani. "I cacciatori che impotenti hanno assistito alla scena - riferisce il consigliere comunale di Scanno, Eustachio Gentile - sono rimasti esterrefatti. Qualcuno di loro per salvare la famigliola di orsi ha anche esploso qualche colpo in aria, ma il branco non si e' intimorito. Non e' chiaro se qualche cucciolo sia stato ferito dai morsi". Gentile chiede alla Asl, al Corpo forestale dello Stato e all'ente Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, un intervento immediato per salvare mamma orsa e suoi i tre piccoli, anche arrivando all'abbattimento o alla cattura dei cani randagi che in piu' occasioni si sono dimostrati aggressivi anche verso escursionisti e appassionati della montagna.

orsacchiotti

"Le comunita' di Scanno e Villalago - aggiunge Gentile - stanno facendo di tutto per tutelare l'incolumita' di questi orsi, vero patrimonio dell'intero territorio e vanto internazionale in termini di biodiversita'. Per questo evitiamo di comunicare il luogo preciso in cui alberga la famigliola di orsi, al fine di non creare loro disturbo da parte dei curiosi". L'ente Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, attento al pericoloso fenomeno presentatosi nell'area protetta, il 9 aprile 2009 ha commissionato a due consulenti veterinari esterni il "Progetto per lo studio preliminare del fenomeno del randagismo canino e suo impatto sul patrimonio zootecnico", con un impegno di spesa pari a 12 mila euro complessivi.

L'esito dello studio deve essere ancora presentato e le amministrazioni comunali, non solo quelle di Scanno e Villalago, visto che il problema interessa l'intera area protetta, sono in attesa dei risultati per intraprendere le azioni necessarie a debellare il fenomeno. "La paventata chiusura della stazione della forestale a Scanno - conclude Eustachio Gentile - puo' solo fare presagire che i controlli pe.

fonte

Il 2 e 3 agosto 2014, si incontreranno a Scanno donne nel loro costume tradizionale provenienti da varie località abruzzesi e molisane come Baranello, Barrea, Campochiaro, Cercemaggiore, Frattura, Frosolone, Gallo Matese, Lentino, Longano, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Roccamandolfi, Villalago e Villa Badessa. Le partecipanti all’evento saranno accolte dalle donne di Scanno.

La manifestazione “Donne di Terre d’Abruzzi” fa riferimento ad un’area storica e culturale più ampia degli attuali confini amministrativi dell’Abruzzo, che in precedenza comprendeva aree come il Cicolano e la Sabina e che fino al 1967 costituiva un’unica regione con il Molise, ed è ispirata alla copertina della Domenica del Corriere del 2 settembre 1923, in cui il grande illustratore Achille Beltrame, rappresenta figurativamente “il magico corteo donne in costume, provenienti da varie località, nell’atto di sfilare su carri trainati da buoi, tra Castellamare Adriatico e Pescara in occasione della “Settimana Abruzzese”.

A distanza di oltre novantant’anni da quell’evento, si intende riproporre l’incontro a Scanno, che è uno dei pochissimi comuni italiani in cui una  residua comunità femminile indossa abitualmente il costume tradizionale in continuità con il passato.

Un momento di festa e di cultura che vuole essere un atto di omaggio per  le donne abruzzesi e al tempo stesso intende consentire ai tanti appassionati di conoscere, ammirare e fotografare gli antichi abbigliamenti femminili che raccontano la storia e il fascino senza tempo della nostra terra, attraverso le diverse fogge, i colori ed i monili, l'origine e gli usi delle singole comunità locali. Tra queste si segnalano quelle dell’oasi orientale di Villa Badessa (frazione del comune di Rosciano), insediamento in Abruzzo di un nucleo di famiglie venute in Italia nel 1747 dal sud dell’Albania. Il loro costume risente dell’influenza greca e turca.

L’antico centro storico di Scanno, immortalato da tanti artisti e fotografi italiani e stranieri (tra cui Edward Lear, Amy Atkinson, Kurt Hilscher, Hilde Lotz-Bauer, Henry Cartier-Bresson, Mario Giacomelli, ecc.), costituirà lo scenario naturale della manifestazione, riproducendo le suggestioni e i tempi lenti della vita quotidiana di un tempo in cui  la componente femminile era dominante, come in molti altri paesi della montagna abruzzese, essendo gli uomini prevalentemente dediti alla pastorizia transumante in Puglia o verso la Campagna romana.

L’evento, fatto proprio e promosso dal Comune di Scanno, è ideato e curato dell’associazione culturale “L’Appuntamento con la Tradizione - Vivi il Costume” e sponsorizzato dalla COTAS, la Cooperativa  degli Operatori Turistici dell’Alto Sagittario.

Sabato 2 agosto, sarà inaugurata presso l’Auditorium “Guido Calogero” di Scanno l’inedita mostra fotografica “Il tempo qui: gli Abruzzi di P. Scheuermeier e G. Rohlfs”, allestita e curata del Museo delle Genti D'Abruzzo di Pescara.

Il Sindaco di Scanno – Pietro Spacone – e il Presidente dell’Associazione Culturale – Claudio D’Alessandro - esprimono gratitudine ai Comuni rappresentati e alle associazioni culturali, agli esperti e ai collezionisti la cui adesione permetterà lo svolgimento dell’evento in un clima di amicizia, nella condivisione dei comuni obiettivi di riscoperta e valorizzazione della memoria legata agli antichi costumi.

 

donne di terre d'Abruzzi a Scanno

 

Programma

 

Sabato 2 agosto

dalle ore 16,00 alle 18,30

Le donne d'Abruzzi nei loro bellissimi abbigliamenti storici si incontrano a Scanno, muovendosi poi per il corso le piazzette del centro storico.

ore 17.30

auditorium Guido Calogero

Inaugurazione mostra fotografica: "Il tempo qui: gli Abruzzi di P. Scheuermeier e G. Rohlfs”.   Evento organizzato dal Museo delle Genti D'Abruzzo

dalle ore 18,30, alle 20,30

Piazza San Rocco (“Piazza Vecchia”): sfilata e presentazione dei costumi

ore 22,00

spettacolo di musicale “I Lupi della Majella”

Domenica 3 agosto

dalle ore 10,00 alle 12,00

Momenti di vita quotidiana e passeggiata in costume lungo il Corso e le piazzette del centro storico.

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

http://www.comune.scanno.aq.it

http://www.costumediscanno.org/

https://www.facebook.com/events/814029068615492/?fref=ts

Iscriviti alla Newsletter
Concorsi
Eventi




feed-image Feed Entries

seguici su la nostra fun page su facebook il nostro canale youtube seguici su twitter rss feed seguici su flickr dicono di noi chi siamo contattaci

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.
Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.


pornhub Griffin Barrows And Timber Tiffany Towers On The Phone Kiss Me You Beautiful Lesbian Bratty Girl Randy Soft Soles Spit And Slobber Deepthroat 6 Stella Liberty Caning Stella Liberty Shreds

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per capirne di più sui cookies che usiamo e come li cancelliamo, guarda la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie..